articoli da me scritti, consulente del benessere ~doTerra, CONTATTI, contatto email, il mio lavoro di operatore socio assistenziale, il portale olistico di Assunta Mazzacane, massaggiatore sportivo e specializzato in tecniche miofasciali, massaggiatore sportivo ed estetico in tecniche miofasciali, progetto olistico sugli oli essenziali benefici in rsa e case di cura,di Assunta Susy Mazzacane, rubrica salute e benessere di Susy Mazzacane, rubrica salute e benessere olistico di Susy Susanna Mazzacane sul quotidiano on line il Monitore Napoletano di Giovanni Di Cecca

☆Che cos’è il benessere ☆

Il Benessere da ben-essere che significa stare bene, è  il termine che specifica gli aspetti e la qualità della vita di ogni individuo e l’ambiente che lo circonda.
Il concetto di Benessere è ritrovato in qualsiasi ambito lo si voglia analizzare come di seguito riporto:
– benessere materiale ed economico
– benessere psicologico
-benessere organizzativo sul lavoro
– benessere sociale
– benessere alimentare
– benessere culturale
– benessere spirituale
– benessere ambientale

L’osservatorio Europeo sui sistemi e sulle politiche della salute con la Commissione Salute,  hanno stilato un rapporto in cui si propone  il Benessere come “lo stato emotivo, mentale, fisico, sociale e spirituale ” e  consente alle persone di raggiungere e mantenere  il loro potenziale personale nella società. 

articoli da me scritti

☆Problemi alla colonna vertebrale – mal di schiena☆

Tutte le attività così come quella di assistenza a persone con difficoltà di movimento, possono richiedere sforzi notevoli; può essere necessario sollevare pesi, fare movimenti ripetitivi e che richiedono impiego di forza e/o l’utilizzo di strumenti non adatti.
Tutte queste azioni se non svolte correttamente possono causare danni ai muscoli e alle articolazioni.
Il problema che si presenta di frequente è il – mal di schiena – un dolore più o meno intenso che si localizza all’altezza delle vertebre lombari.
PERCHÉ VIENE IL MAL DI SCHIENA?
La colonna vertebrale ha il compito di sostenere il corpo e concentra gli sforzi dovuti durante il sollevamento di pesi, persone ecc.
È formata da 32- 35 vertebre, non è dritta ma presenta delle curve fisiologiche che aiutano a scaricare il peso ed ammortizzare il movimento.
Tra le vertebre si trovano i dischi intervertebrali che agiscono come cuscinetti elastici, ammortizzano gli urti e distribuiscono il peso.
Ma se il peso è eccessivo o lo sforzo troppo violento i dischi intervertebrali si possono danneggiare.
È proprio da questo danno che, nella maggior parte dei casi, ha origine il mal di schiena.
CHE COSA CAUSA IL DOLORE?
I dischi sono costtuiti da una guaina fibrosa al cui interno c’è una struttura elastica. “Il nucleo polposo” che ha il compito di ammortizzare gli sforzi.
L’attività fisica intensa può caricare troppo peso sul disco, causando la rottura della guaina fibrosa, così come può avvenire in caso di cadute e urti violenti.
Nei casi più gravi dalla rottura fuoriesce parte del nucleo che può arrivare a comprimere le radici dei nervi spinali, causando un dolore intenso.Si parla in questo caso di ERNIA DEL DISCO.
Le posizioni fisse assunte per lungo tempo nelle attività quotidianamente svolte, sovraccaricano e mantengono compromessi i dischi intervertebrali che possono degenerare  e danneggiare anche gravemente.  In questo modo la loro struttura si indebolisce,  non sono più in grado di ammortizzare gli sforzi e le vertebre possono venire a contatto tra loro, si  parla in questo caso di “artrosi della colonna vertebrale”.

Nel prossimo articolo vi parlerò di come evitare i danni alla colonna vertebrale.

Senza categoria

☆DAL LIBRO DI SIRACIDE☆

versi scritti da Siracide per tutti coloro che hanno i genitori affetti da patologie neurodegenerative, la trovo bellissima 💞

“Figlio,
soccorri tuo padre
nella vecchiaia,
non contristarlo
durante la sua vita.
Anche se perdesse il senno,
compatiscilo
e non disprezzarlo,
mentre sei nel pieno vigore.
Poiché
la pietà verso il padre
non sarà dimenticata”.
Libro del Siracide 3, 12-14

Senza categoria

☆Oggi vi parlo di come ridurre i microbi e la differenza tra sanificazione, disinfezione e sterilizzazione.☆

LA SANIFICAZIONE: consiste nell’utilizzare detergenti insieme a disinfettanti per rendere l’ambiente più pulito e sano, riducendo il numero di microbi su superfici ed oggetti. Un primo accurato lavaggio con acque e detergente ( seguito da un buon risciacquo) per poi passare all’utilizzo di disinfettanti. Attenzione ! Per la  sicurezza,  mi raccomando di non utilizzare insieme i diversi prodotti perché potrebbero nuocere alla salute.

LA DISINFEZIONE: consiste nell’utilizzo di sostanze chimiche o agenti fisici (es. Il calore ) per eliminare o distruggere microrganismi patogeni. Non sempre ha effetto su tutti i microbi. È importante che venga eseguita dopo la santificazione perché la presenza dello sporco sulle superfici protegge i microrganismi dal contatto diretto con il disinfettante rendendo la disinfezione inutile.
Attenzione! per la sicurezza leggere attentamente le etichette che trovate sui disinfettanti per un corretto utilizzo.

LA STERILIZZAZIONE: è un processo (praticato su strumenti, indumenti e cibi) che porta alla distruzione di ogni forma vivente non patogena e patogena.
Tra i metodi più utilizzati vi sono il -calore- i raggi ultravioletti- ed alcune sostanze chimiche.
Attenzione! per la sicurezza avvalersi delle istruzioni per il loro corretto utilizzo.

scritto da Assunta Mazzacane

Se trovate questo breve vademecum interessante, potete condividerlo …. grazieee 🙂